“Sulla relazione votata in Commissione Trasporti per un trasporto marittimo più efficiente e pulito, affrontata dalle sinistre con un approccio ideologico e lontano dalle reali esigenze del settore e dell’industria, c’è ancora molto lavoro da fare. Grazie ad alcuni emendamenti sostenuti dalla Lega, siamo riusciti a migliorare il testo del provvedimento, ancora perfezionabile. Si riconosce nuovamente che il GNL deve avere un ruolo importante nella fase di transizione energetica che il settore marittimo dovrà attraversare negli anni a venire, soprattutto perché ancora non dispone di soluzioni tecnologiche alternative realmente praticabili. Anche sulla possibilità di inserire il comparto marittimo all’interno dell’ETS europeo, che si tradurrebbe in maggiori oneri per le imprese e in un danno per la loro competitività, finalmente si è iniziato a parlare della necessità di tutelare la competitività dell’industria europea rispetto ai Paesi terzi, e di dover fare delle valutazioni di impatto. Nonostante questi passi avanti, ci siamo astenuti perché riteniamo si possano fare ulteriori miglioramenti per dare maggiore spazio alle esigenze economiche del settore, conciliandole con le legittime istanze ambientali che pure sosteniamo. Valuteremo in plenaria l’esito finale del testo. Serve un cambio di passo: la Lega è pronta a discutere e sostenere posizioni più ragionevoli e sostenibili”.

Così in una nota Marco Campomenosi, capo delegazione Lega, componente commissione Trasporti al Parlamento Europeo.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 06:45
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print