Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha condannato con forza i nuovi scontri e le violenze davanti al parlamento a Belgrado, affermando che "i violenti saranno certamente sconfitti, i responsabili arrestati e puniti in base alla legge". Parlando alla tv privata Pink da Parigi, dove oggi ha partecipato al video-summit sul Kosovo organizzato da Emmanuel Macron e Angela Merkel, Vucic ha detto che si tratta "in larga parte di gente frustrata, legata a tycoon e a politici senza alcun programma, incapaci di ottenere credito nella popolazione. Gente che mette a rischio la salute propria e quella di migliaia di altre persone inscenando simili dimostrazioni di piazza nel pieno di una nuova ondata epidemica". Per Vucic, i circa 3 mila manifestanti di questa notte a Belgrado possono potenzialmente provocare 40 mila contagi. Ribadendo la sua convinzione sulla partecipazione in tali incidenti a Belgrado di persone straniere, Vucic si è riferito anche alle proteste a Novi Sad, definendo "puro terrorismo" il tentativo di gruppi di manifestanti di bloccare una autostrada in quella città.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 09:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print