"Innanzitutto non si deve cadere nella trappola tesa dal presidente Putin di presumere che il mondo sia diviso fra la parte occidentale e tutti gli altri Paesi".  Lo ha detto il cancelliere Olaf Scholz, parlando al Morgemagazine della Zdf, a margine dell'apertura della seconda giornata dei lavori del G7 di Elmau, in Germania, dove oggi sono attesi i leader di Argentina, India, Indonesia, Senegal e Sudafrica. "Le democrazie esistono in tutto il mondo, e hanno prospettive simili", ha aggiunto. "La guerra comporta  conseguenze in tutto il pianeta: molti paesi hanno paura di una crisi legata alla fame, e dell'aumento massiccio dei prezzi dell'energia. E su questo bisogna stare tutti assieme e mostrarsi solidali", ha concluso. 

Sezione: Politica estera / Data: Lun 27 giugno 2022 alle 10:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print