In Portogallo il presidente Marcelo Rebelo de Sousa ha sciolto il Parlamento dopo la bocciatura del bilancio da parte del governo socialista. Indette elezioni anticipate previste per il prossimo 30 gennaio. La situazione politica nel Paese vede divisioni interne nella destra di opposizione, mentre Antonio Costa, primo ministro, ha promesso una "maggioranza rafforzata, stabile e duratura" dopo aver rotto con i partiti di estrema sinistra che lo avevano appoggiato. In un discorso televisivo, il capo dello Stato ha parlato di 2022 come "un anno decisivo per un'uscita duratura dalla pandemia e dalla crisi sociale che ci ha colpito". La bocciatura del bilancio "ha ridotto totalmente la base di appoggio del governo".

Sezione: Politica estera / Data: Ven 05 novembre 2021 alle 09:00
Autore: Giovanni Spinazzola
vedi letture
Print