"È chiaro che l'entità #Putin non può prendere #Kharkiv . Senza dubbio lo sa molto bene. Cosa può davvero fare? Può usare l’artiglieria oltre confine per demolire impunemente gli insediamenti nella regione di Kharkiv e distruggere la stessa Kharkiv con attacchi missilistici. Ciò costringerà i residenti a lasciare la seconda città più popolosa in #Ukraine o a morire sotto le rovine. La sofferenza dei civili motiva l’Ucraina a chiedere ai suoi alleati armi a lungo raggio con il permesso di usarle contro le batterie sul territorio nemico. Gli alleati, secondo il concetto ancora strano di "gestione dell'escalation", rifiutano parzialmente. Le relazioni all’interno dell’alleanza anti-russa si deterioreranno parzialmente. Tutto è calcolato. Incapace di vincere sul campo di battaglia, il regime del Cremlino sta conducendo operazioni speciali. Negando all’Ucraina il diritto di difendersi con tutte le armi disponibili, l’Occidente agisce secondo le mosse prescritte a Mosca. Perché?". 

Lo scrive su X il consigliere presidenziale ucraino, Mykhailo Podolyak.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 21 maggio 2024 alle 14:30
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print