"La Russia sta chiaramente espandendo la guerra. Provocazioni, preparazione ad attacchi in diverse direzioni, accumulazione di risorse militarizzate e... infinita "minaccia nucleare". Niente sta cambiando e non cambierà... Di conseguenza, l'Europa, i paesi democratici, hanno solo due opzioni. Il primo: accelerare l’assistenza all’Ucraina per infliggere oggi la sconfitta e ridurre al minimo i danni subiti dalla Russia...

La seconda: continuare lunghe conversazioni, dubbi, pensando a "pacificare la creatura" e alla fine scontrarsi personalmente con l'esercito russo nei propri territori. Con l’esercito, che sta crescendo fino a raggiungere proporzioni bibliche, che ha abbondantemente assaggiato sangue umano e non fa altro che derubare, violentare, uccidere... Ed è fondamentale rendersi conto che questa scelta non è teorica, “non in futuro”, non è condizionale. Ma solo qui e adesso...". Lo scrive su X il consigliere presidenziale ucraino, Volodymyr Zelensky.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 29 febbraio 2024 alle 14:10
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print