Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Abbas Mousavi, annunciando che il capo della diplomazia di Teheran, Mohammad Javad Zarif, interverrà domani in videoconferenza alla sessione del Consiglio di sicurezza dell'Onu sul tema, ha dichiarato: "Il prolungamento dell'embargo di armi all'Iran" per altri tre anni dopo la scadenza a ottobre " è contrario alla risoluzione 2231" del Consiglio di sicurezza dell'Onu e Teheran è convinta che i partner europei dell'accordo sul nucleare del 2015 (Jpoa) non lo approveranno, nonostante le pressioni Usa. Abbiamo già detto che gli Stati Uniti non hanno diritto di usare il meccanismo" previsto dall'accordo per chiedere un estensione dell'embargo "dopo il loro ritiro" dall'intesa. "A seguito dei nostri negoziati con le altre parti, ritentiamo che un'altra sconfitta attenda gli Usa", ha spiegato Mousavi. "Tutti i progressi raggiunti dall'Iran nel settore dal difesa durante il periodo delle sanzioni - ha aggiunto il portavoce - dimostrano che queste non ci preoccupano".

Sezione: Politica estera / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 11:30 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print