Il caso Birmania continua a tenere alta l'attenzione anche al Palazzo di vetro. Dopo l'uccisione di due manifestanti che protestavano contro il golpe, è intervenuto il segretario generale dell'Onu António Guterres. L'uomo, in un tweet, ha espresso la sua dura posizione. "L'uso della forza letale, dell'intimidazione e delle violenze contro i manifestanti pacifici è inaccettabile. Ognuno ha il diritto di protestare pacificamente. Faccio appello a tutti i partiti a rispettare i risultati delle elezioni e di tornare alle norme civili". 

Sezione: Politica estera / Data: Dom 21 febbraio 2021 alle 09:00
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print