La giunta militare del Niger, insediatasi dopo il colpo di Stato del 26 luglio, ha annunciato la volontà di terminare gli accordi di difesa e sicurezza con l'Unione europea (UE), sottoscritti per sostenere le autorità nigerine nella lotta al terrorismo, alla criminalità organizzata e all'immigrazione irregolare. Il Ministro degli Esteri di Niamey ha dichiarato l'intenzione di revocare l'accordo riguardante la missione civile europea Eucap Sahel Niger, attiva dal 2012 con circa 130 forze dell'ordine dell'UE. La decisione si colloca in un contesto in cui il viceministro della Difesa russo ha visitato Niamey e firmato accordi per rafforzare la cooperazione militare, seguendo una tendenza già riscontrata con la giunta militare del Mali.

La reazione di Bruxelles, tramite l'Alto rappresentante Josep Borrell, è stata di sdegno, annunciando conseguenze operative. La missione Eucap Sahel Niger, inizialmente prevista fino al 30 settembre 2022 e successivamente prolungata fino al 30 settembre 2024 con un bilancio di oltre 72 milioni di euro, mirava a fornire consulenza e formazione per potenziare le capacità delle autorità nigerine.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 05 dicembre 2023 alle 20:10
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print