“La crisi che si sta consumando al confine fra Polonia e Bielorussia si è trasformata in emergenza umanitaria. Sono migliaia le persone accampate da settimane nelle foreste circostanti al gelo del rigido inverno locale. Mentre Varsavia annuncia l’arresto di un centinaio di migranti, arriva la notizia che la 12esima vittima tra coloro che sono fuggiti da Medio Oriente e Asia centrale è un bambino di appena un anno. Una vicenda che ricorda molto quella di Aylan, il bambino di tre anni il cui corpo senza vita era stato fotografato in una spiaggia della costa della Turchia di fronte l'isola greca di Kos. Queste sono le conseguenze di un atteggiamento assolutamente cinico e strumentale da parte di governi che giocano una partita politica sulla pelle di donne, uomini e bambini in fuga. Basta indugi, Bruxelles intervenga mostrando umanità e solidarietà, non possiamo voltarci dall’altra parte mentre i bambini muoiono”, così Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica estera / Data: Ven 19 novembre 2021 alle 12:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print