Dopo una battaglia all'ultimo voto per conquistare i "grandi elettori" necessari ad eleggere il primo cittadino fra i consigli municipali degli arrondissement - Michèle Rubirola è stata eletta oggi ufficialmente sindaca di Marsiglia. Succede a Jean-Claude Gaudin ed è la prima donna a governare la grande città portuale del sud della Francia. Rubirola, 63 anni, ha conquistato la poltrona di prima cittadina dopo una settimana di braccio di ferro tra le forze politiche e di negoziati all'ultimo voto. Sui avversario era Guy Tessier, rappresentante della destra dei Républicains. All'inizio, la neoeletta sindaca, rappresentante del movimento "Primavera Marsigliese" (di sinistra ed ecologista) e medico di formazione, aveva soltanto l'appoggio di 42 consiglieri sul totale di 101 ma alla fine è stata eletta grazie agli 8 voti di una lista dell'ex socialista Samia Ghalia. Il sistema elettorale delle elezioni comunali - proporzionale, di lista, a due turni con premio di maggioranza - prevede in Francia una procedura a parte per le tre città con più abitanti, ovvero Parigi, Lione e Marsiglia. Qui non si elegge la lista vincente (con capolista che diventa sindaco) ma si vota per circoscrizioni, rappresentate ognuna da un arrondissement (per Parigi e Lione) o da due (Marsiglia). Ci si può candidare in una sola circoscrizione elettorale. I primi eletti di ogni lista acquisiscono il diritto di sedere nel Consiglio comunale della città e il loro primo atto è quello di eleggere il sindaco.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 04 luglio 2020 alle 17:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print