Il Comando centrale degli Stati Uniti ha lanciato un allarme dopo che una nave mercantile abbandonata nel Golfo di Aden, a seguito di un attacco dei ribelli sciiti yemeniti Houthi, ha iniziato a imbarcare acqua, disperdendo petrolio in mare. La nave in questione è la Rubymar, battente bandiera del Belize, registrata nel Regno Unito e gestita dal Libano. L'imbarcazione è stata danneggiata in un attacco missilistico rivendicato dai ribelli Houthi, sostenuti dall'Iran, avvenuto domenica scorsa.

Dopo l'attacco, l'equipaggio è stato evacuato a Gibuti ma la nave è rimasta ancora e ora sta lentamente imbarcando acqua, lasciando dietro di sé una chiazza di petrolio estesa per 18 miglia. Secondo quanto dichiarato dal Comando centrale degli Stati Uniti (Centcom) in un post su X, al momento dell'attacco la M/V Rubymar trasportava oltre 41.000 tonnellate di fertilizzanti, il cui versamento nel Mar Rosso potrebbe aggravare ulteriormente il disastro ambientale in corso. L'attacco alla Rubymar rappresenta il danno più significativo mai inflitto a una nave commerciale dai ribelli Houthi sin dall'inizio delle loro incursioni lo scorso novembre in segno di protesta contro l'offensiva israeliana a Gaza.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 24 febbraio 2024 alle 17:15
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print