Un uomo di 35 anni con cittadinanza russa e italiana, residente a Ryazan, è stato fermato dai servizi di sicurezza russi con l'accusa di avere compiuto un sabotaggio facendo deragliare un treno e avere organizzato un attacco con droni contro una base militare. Lo rende noto il servizio d'intelligence interna, Fsb, citato dall'agenzia Interfax. Secondo il sito del quotidiano Moskovsky Komsomolets, l'uomo in stato di fermo per i due sabotaggi si chiama Ruslan Sidiki.

Sezione: Politica estera / Data: Ven 01 dicembre 2023 alle 17:20
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print