L'Unione Europea dovrà prepararsi ad affrontare  il peggior scenario possibile riguardo alle forniture di gas russo, in vista della scadenza dell'accordo di transito tra Russia e Ucraina, prevista entro la fine dell'anno. L'allarme emerge da un documento interno della Commissione Europea che mette in guardia dal rischio di precarietà sulla sicurezza nell'approvvigionamento. Secondo il documento, l'obiettivo della sicurezza energetica richiederà un monitoraggio stretto per garantire l'approvvigionamento durante l'inverno 2024/2025.

Da Bruxelles evidenziano comunìnque i progressi fatti nel ridurre la dipendenza dall'energia russa, con il gas russo che rappresentava solo il 15% dell'import totale dell'UE nel 2023, rispetto al precedente oltre 50% prima della guerra. Tuttavia, la cessazione dell'accordo di transito potrebbe comportare una perdita di circa il 5% di questa quota, si legge nel documento. 

Sezione: Politica estera / Data: Dom 03 marzo 2024 alle 17:15
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print