La data dell'annessione di alcune porzioni della Cisgiordania ad Israele rimane incerta. L'annessione, sull'onda del piano dell'amministrazione Trump, è prevista per il 1 di luglio, ma il premier israeliano stesso, Benyamin Netanyahu, ha lasciato intendere che c'è la possibilità di uno slittamento della data effettiva, pur ribadendo di avere tutta l'intenzione di portare a termine l'annessione, nonostante tale azione sia stata contrastata sia dall'Unione europea che dalla Comunità Internazionale che dai Palestinesi. La data del 1 luglio 'non è sacra' secondo Benny Gantz, ministro della Difesa e 'premier in alternanza con Netanyahu, il quale in un discorso ha spiegato che non si tratta di un processo semplice e che per questo i tempi potrebbero essere più lunghi.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 12:20
Autore: Camilla Galvan
Vedi letture
Print