Lo staff del premier israeliano Benjamin Netanyahu ha smentito domenica le fughe di notizie riguardanti il negoziato per la liberazione degli ostaggi in cambio di una tregua, affermando che queste indiscrezioni "non fanno altro che rafforzare la posizione di Hamas". Il primo ministro ha dichiarato che le fughe di notizie "danneggiano le famiglie degli ostaggi e ritardano il loro rilascio".

La reazione, riportata dalla stampa israeliana, è stata diffusa in seguito alle notizie secondo cui uno dei negoziatori, il generale riservista Nitzan Alon, ritiene che il mandato non sia abbastanza ampio per ottenere risultati e avrebbe affermato che l'attuale governo non accetterà mai un accordo sugli ostaggi.

Sezione: Politica estera / Data: Lun 27 maggio 2024 alle 09:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print