Dopo un anno di attacchi del figlio del primo ministro Benjamin Netanyahu, Yair, la Wexner Foundation ha risposto sostenendo che Jeffrey Epstein (morto da presunto suicida l'anno scorso al Metropolitan Correctional Center di New York, dopo le accuse di abusi sessuali piovute su di lui), ex-socio in affari di Leslie Wexner, non ha svolto un ruolo significativo né ha contribuito con denaro all'organizzazione no profit. La fondazione ha dichiarato in una nota ufficiale che Epstein ha ricoperto un ruolo amministrativo limitato al trasferimento di denaro dalla famiglia Wexner alla fondazione. Ha ricoperto questo ruolo dal 1992 al 2007, quando la famiglia ha interrotto i legami, dopo che il procuratore ha redatto la sua accusa contro di lui. Uno dei programmi della Wexner Foundation è la Israel Fellowship che ogni anno invia 10 importanti registi e leader del settore pubblico, provenienti da Israele, per il Master in Public Administration presso la Harvard Kennedy School. Gli attacchi di Netanyahu alla fondazione sono stati visti come un tentativo di minare i suoi laureati, molti dei quali ricoprono incarichi di servizio pubblico di alto livello, tra cui il Ministero della Giustizia e la Procura della Repubblica, che ora tenta suo padre per corruzione nel tribunale distrettuale di Gerusalemme. Tra i laureati vi è il capo dello staff IDF, Lt.-Gen. Aviv Kochavi, neo-nominato Direttore Generale del Ministero della Sanità, Prof. Hezi Levi, ed ex capo dell'intelligence militare in pensione, Amos Yadlin. Lo scorso luglio, ad esempio, Yair Netanyahu ha twittato all'ufficio del procuratore americano a New York: "Ciao ragazzi, per favore, controllate i suoi collegamenti con l'istituto Wexner registrato in Ohio. Anche @barak_ehud potrebbe essere un interesse per la tua indagine, sono sicuro che abbia ottenuto alcune informazioni interessanti ".


In un altro tweet, ha invitato i giornalisti negli Stati Uniti a indagare sulle attività della Fondazione Wexner in Israele e sui suoi collegamenti con Epstein e l'ex primo ministro Ehud Barak. Epstein era un fiduciario della fondazione, che ha donato centinaia di milioni di dollari alle organizzazioni ebraiche negli Stati Uniti e in Israele, dal 1992 al 2007. Fu anche un gestore di denaro e rappresentante legale in quel periodo per Leslie Wexner, la benefattrice della fondazione. La fondazione ha anche accolto le accuse promosse dal primo ministro in merito ai pagamenti effettuati da Wexner a Barak e per spiegare perché nel 2004 ha ricevuto oltre 2 milioni di dollari dalla Fondazione Wexner per quello che è stato descritto come un programma di ricerca. All'epoca, Epstein era tra i fiduciari della fondazione. Barak non stava prestando servizio in quel momento. Diceva che Barak, un ex primo ministro, era stato incaricato di scrivere due studi sul conflitto e la leadership israelo-palestinese. Ha presentato il primo studio di 267 pagine e un riassunto del secondo studio. La leadership della fondazione negli Stati Uniti ha deciso di pagare a Barak poco più di $ 2 milioni per entrambi gli studi e ha riportato il pagamento nei suoi documenti IRS.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 09 luglio 2020 alle 22:15 / Fonte: The Jerusalem Post
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print