L'impennata di casi di Covid-19 in Francia sta mettendo a dura prova la gestione sanitaria della crisi nel capoluogo meridionale di Marsiglia, dove presto le unità di terapie intensive e rianimazione degli ospedali non saranno più in grado di accettare nuovi pazienti. A lanciare l'allarme è stato Jean-Olivier Arnaud, direttore degli ospedali di Marsiglia, riferendo che al momento sono disponibili solo 4 posti letto in rianimazione - 31 su 35 sono occupati - mentre 129 dei 155 destinati ai pazienti con coronavirus sono già impegnati. "Non siamo lontano dal punto di saturazione dei nostri ospedali" ha detto Arnaud. Anche gli interventi chirurgici non urgenti sono stati bloccati a causa del boom di contagi, il che ha fatto tornare in mente situazioni critiche già vissute la scorsa primavera, durante la prima ondata, da altre regioni di Francia, tra cui il Grande Est, dal quale pazienti vennero trasferiti anche a bordo di treni alta velocità.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 15 settembre 2020 alle 19:15
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print