Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha aperto una tre giorni di iniziative ed eventi digitali, in presenza del Commissariato per la partecipazione italiana ad Expo Dubai, che tiene da oggi a sabato assieme ai suoi partner e sponsor in tutta Italia. Per celebrare l'anno che manca al via dell'Esposizione Universale, il primo ottobre del 2021. Di Maio ha detto: "L'Esposizione universale di Dubai rappresenta un'opportunità unica per rilanciare l'attrattività culturale, economica, scientifica e turistica del nostro Paese sulla scena internazionale e assume una valenza ancor maggiore alla luce dell'emergenza sanitaria che ha colpito il mondo intero e che ha reso necessario posticipare la manifestazione al 2021, anche perché si prefigura la più globale della storia oltre a rappresentare il primo grande evento nel mondo post Covid. Expo Dubai sarà per l'Italia un'importante piattaforma per consolidare il nostro rapporto con gli Emirati Arabi Uniti, Paese con cui negli ultimi anni abbiamo rafforzato il partenariato strategico anche grazie a frequenti contatti a livello politico e ai sempre più numerosi interessi condivisi sul piano economico e finanziario. Italia ed Emirati - ha sottolineato il ministro - condividono in particolare l'impegno per una prospettiva di stabilità e sicurezza per la regione del Mediterraneo allargato. In proposito abbiamo accolto con grande favore l'annuncio della normalizzazione delle relazioni tra Israele ed Emirati. E' un passo importante che speriamo possa contribuire alla pace e alla stabilità in Medio Oriente, precondizione essenziale anche per lo sviluppo economico e sociale della regione. Il passaggio di testimone dall'Italia - Milano 2015 - agli Emirati Arabi Uniti nell'organizzazione dell'Esposizione universale acquisisce un valore simbolico, un invito a proseguire nel solco tracciato, a promuovere la cultura della sostenibilità sociale e ambientale nella consapevolezza che questo prestigioso appuntamento contribuirà ad avvicinare le rispettive realtà imprenditoriali e società civile. Il padiglione Italia - prosegue Di Maio - ha l'ambizione di essere uno snodo culturale in cui i valori e i contenuti trasmessi da arte e cultura possano stimolare il dialogo interculturale nella tolleranza e la solidarietà. Per l'Expo - ha spiegato Di Maio - sono state realizzate oltre 150 iniziative che toccheranno tutti i settori della produzione culturale del Paese che avranno un ruolo cruciale per promuovere la cultura italiana nel mondo. Attraverso il tema che guiderà la partecipazione italiana a Expo 2021, 'Beauty connects people' - ha aggiunto - l'Italia vuole mostrare come la bellezza, il talento e la creatività veicolare della cultura rappresentino un contributo che possiamo donare alla comunità internazionale. Innovazione tecnologica, scientifica, industriale saranno gli ulteriori elementi distintivi della nostra partecipazione a cominciare dallo stesso padiglione italiano costruito, allestito e digitalizzato secondo un modello di sostenibilità ed economia circolare che testimonia la convinta adesione italiana ai principi di sviluppo sostenibile che hanno ispirato l'Agenda 2030 della Nazioni Unite".

Sezione: Politica estera / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 11:30 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print