L’organizzazione islamista palestinese Hamas ha invitato il miliardario Elon Musk a visitare Gaza per valutare personalmente “l’entità della distruzione arrecata dai bombardamenti israeliani”, dopo la recente visita del miliardario a Israele e l’incontro con i vertici politici di Tel Aviv e i parenti di cittadini israeliani rapiti proprio da Hamas il 7 ottobre scorso. L’invito è stato rivolto a Musk da un alto funzionario dell’organizzazione palestinese, Osama Hamdan, durante una conferenza stampa a Beirut nella giornata di ieri. “Lo invitiamo a visitare Gaza per verificare l’entità dei massacri e della distruzione compiuti contro la gente di Gaza, secondo gli standard di obiettività e credibilità”, ha detto il funzionario. 

Il proprietario di X ha risposto indirettamente all’invito nella serata di ieri, con un messaggio pubblicato sul social network di sua proprietà in cui affermato: “In questo momento la situazione (a Gaza) sembra un po’ pericolosa, ma credo che una Gaza prospera a lungo termine sia positiva per tutte le parti”.

Musk, che a Tel Aviv ha incontrato anche il premier israeliano Benjamin Netanyahu, si è impegnato a fare “tutto il necessario per fermare la diffusione dell’odio” e a “fermare la propaganda che convince le persone a commettere omicidi”. “Vorrei aiutare a ricostruire Gaza dopo la guerra, ma prima è importante deradicalizzare i territori palestinesi”, ha detto il miliardario. 

Sezione: Politica estera / Data: Mer 29 novembre 2023 alle 16:30
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print