Secondo quanto riferito da un alto funzionario del Dipartimento di Stato, Israele avrebbe accettato di designare vaste zone di sicurezza nel sud di Gaza durante le sue operazioni militari, come richiesto dagli Stati Uniti durante il recente viaggio del Segretario di Stato Antony Blinken nella regione. L'accordo rappresenta un cambiamento rispetto alle precedenti opposizioni di Israele alle richieste statunitensi. Le zone di sicurezza, più estese rispetto alle discussioni iniziali, richiederanno la possibile evacuazione di residenti, con dettagli ancora da definire.

Il Dipartimento di Stato ha sottolineato l'importanza dell'accordo nel minimizzare le sofferenze dei civili durante l'espansione delle operazioni militari. Blinken ha dichiarato che Israele ha già iniziato ad affrontare alcuni aspetti dell'accordo, fornendo informazioni sulla localizzazione delle persone nelle aree sicure di Gaza. La questione delle zone di sicurezza sarà monitorata attentamente dagli Stati Uniti in futuro.

Sezione: Politica estera / Data: Dom 03 dicembre 2023 alle 17:15
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print