Isabella Tovaglieri, europarlamentare della Lega, chiede all'Unione europea quale sarà la strategia nei confronti della Cina sulle responsabilità della diffusione del coronavirus: "In vista delle prossime iniziative sulla pandemia a livello comunitario, la Commissione Europea chiarisca quale posizione intende tenere nei riguardi della Cina rispetto alle responsabilità del governo di Pechino in materia di informazione sulla diffusione del Covid-19. Le ripercussioni della pandemia sono evidenti negli Stati membri e stanno duramente colpendo le società e le economie di tutta l’Ue. Ho presentato un'interrogazione per chiedere alle autorità di Bruxelles se stiano valutando una richiesta alla Cina di qualche forma di compensazione. Il comportamento cinese riguardo all’epidemia e ai suoi effetti è stato quantomeno negligente, poco trasparente e non collaborativo, e pertanto diversi stati e autorità regionali, sia dentro che fuori l’Unione Europea, stanno già ipotizzando di richiedere compensazioni per i danni subiti. L’atteggiamento cinese non ha contribuito a contenere la diffusione del virus, aggravandone l’impatto sociale ed economico in tutta Europa e in altri continenti, e ha costretto le istituzioni europee e gli Stati membri ad adottare scelte economiche anche controverse, o possibili nuove tasse. Esprimo forte preoccupazione per il futuro degli asset strategici dell’economia italiana ed europea e, a tal proposito, chiedo alla Commissione se sia a conoscenza e come valuti le manovre di imprenditori legati alla Cina di acquisto, a prezzo molto ribassato, di attività commerciali e turistiche, approfittando dell’attuale contingenza, pratica potenzialmente distorsiva per l’economia".

Sezione: Politica estera / Data: Mar 12 maggio 2020 alle 13:40
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print