“Il forum aperto per confrontarsi con gli Stati Uniti dopo anni di chiusure e incomprensioni è un grande passo avanti, di cui mi congratulo con la Commissione europea. Tuttavia, a distanza di quasi un mese dalla prima riunione, non sono stati ancora del tutto sciolti i dubbi sulla vera natura del ‘Trade and Technology Council’. Si tratta di un forum dove mediare su spinose questioni di legislazione o semplicemente di un luogo per discutere? È uno strumento per scambiare idee o si vuole che sia la base per un futuro accordo transatlantico? Insomma, se gli impegni presi fra Ue e Usa non sono vincolanti, come è stato più volte ribadito, bisogna definire meglio allora gli impegni relativi ad alcune comuni sfide collettive come le misure per la limitazione delle emissioni o l’intelligenza artificiale, che non possono bypassare il meccanismo decisionale delle Istituzioni europee. Per questa ragione auspico che il Parlamento europeo venga coinvolto maggiormente in questo forum e in tutte le politiche commerciali dell’Unione europea”, così Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, in un intervento in plenaria.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 11 novembre 2021 alle 10:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print