Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, alla conferenza stampa al termine della ministeriale esteri ha affermato: "La Cina non è un avversario della Nato. È chiaro che l'ascesa della Cina può offrire nuove opportunità. Ad esempio sul commercio e l'impegno su questioni globali, come il controllo degli armamenti e il cambiamento climatico. Ma ci sono anche delle sfide. La Cina ha il secondo più grande bilancio per la difesa al mondo e sta investendo molto in nuove capacità - ha spiegato -. E la Cina non condivide i nostri valori, mina i diritti umani ed è prepotente in altri Paesi" ed inoltre "è sempre più impegnata in una competizione sistemica con noi. La comunità di democrazie che la pensano allo stesso modo deve lavorare insieme", poiché "abbiamo un interesse comune a difendere i nostri valori condivisi".


Poi su Twitter ha aggiunto: "I ministri degli Esteri si sono incontrati oggi con i nostri stretti partner europei e dell'Asia-Pacifico per discutere della Cina. Dobbiamo lavorare insieme come democrazie che la pensano allo stesso modo per difendere i nostri valori e la nostra sicurezza".

Sezione: Politica estera / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 22:45 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print