“È con forte angoscia che commentiamo quanto sta accadendo a Hong Kong mentre la vediamo cedere, sempre di più, sotto i colpi di Pechino, che incessantemente e con metodo quasi scientifico attacca e limita la libertà dei media, della società civile e delle organizzazioni internazionali, lasciando veramente pochi dubbi su quale sia il suo obiettivo finale. Abbiamo pochissimi strumenti per supportare Hong Kong in questa improba contesa, ed è per questo che dobbiamo usarli al meglio. Dobbiamo sollevare la questione in tutti gli incontri diplomatici, sia a livello bilaterale che multilaterale, senza esitare ad usare anche la leva commerciale per ottenere risultati concreti. Dobbiamo ottenere, quanto prima e in quanto richiesto dalla risoluzione in voto, forti sanzioni mirate e rendere inequivocabile che l'approvazione dell'accordo sugli investimenti non potrà mai avvenire fino a quando non ci saranno chiari segnali di miglioramento nella situazione di Hong Kong e dei diritti umani in generale. La pressione economica e politica cinese è tremenda, ma proprio per questo servono la nostra solidarietà e la nostra comunità d’intenti per proteggere chi oggi non ha più voce. L’Europa che vogliamo, l’Europa per cui ci battiamo non potrà mai essere un’Europa forte con i deboli e debole con i forti”, così Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in un intervento in plenaria.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 20 gennaio 2022 alle 09:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print