Josep Borrell, Alto rappresentante della Ue, in un tweet si è scagliato contro la Russia. "Crimini indicibili vengono segnalati dalle regioni liberate in Ucraina. La violenza sessuale come arma di guerra contro donne e bambini tra le atrocità commesse dai soldati russi. Gli autori devono esserne considerati responsabili. L'Ue lavora a livello globale per eliminare la violenza sessuale connessa al conflitto".

Sezione: Politica estera / Data: Sab 21 maggio 2022 alle 08:45
Autore: Giovanni Spinazzola
vedi letture
Print