"L'annuncio della nuova riduzione di militari degli Stati Uniti in Afghanistan è in linea con quanto concordato alla Nato anche nei giorni scorsi tra i paesi contributori e, in particolare, tra le framework nations, tra cui l'Italia". Lo afferma il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini all'indomani dell'annuncio di Esper di voler ridurre il numero di militari americani dall'Afghanistan sottolineando che gli Stati Uniti continueranno ad assicurare il supporto strategico e il personale necessario all'intera operazione". La decisione, ha spiegato il titolare della Difesa, si inquadra "nell'evoluzione dell'operazione Nato Resolute Support che prevede la progressiva riduzione delle capacità presenti in Afghanistan, condizionata allo sviluppo del negoziato interno al paese". L'Italia, che sta avvicendando il proprio personale, ha al momento una presenza inferiore al massimo previsto e progressivamente vicina ai circa 650 militari previsti a regime, "con una riduzione pianificata in relazione agli ulteriori sviluppi dell'accordo Usa-Talebani e del dialogo intra-afgano" ha concluso Guerini

Sezione: Politica estera / Data: Dom 09 agosto 2020 alle 18:00
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print