Nel suo ultimo discorso Volodymyr Zelensky ha sottolineato come siano "già 37 le missioni diplomatiche estere" che "hanno ripreso il loro lavoro a Kiev. E sono grato a tutti loro, perché questa è la prova che l'Ucraina è forte e ha prospettive, a differenza della Federazione Russa. Sono fiducioso che altre missioni estere torneranno presto nella capitale", ha aggiunto Zelensky, auspicando al contempo che "tutte le imprese ucraine che non hanno ancora ripreso le attività, ritornino al lavoro in aree sicure". Il leader ucraino ha quindi sottolineato che "fornire posti di lavoro e adeguare l'attività economica alle condizioni esistenti è anche un grande lavoro per la difesa, per il nostro futuro".

Sezione: Politica estera / Data: Sab 14 maggio 2022 alle 09:15
Autore: Giovanni Spinazzola
vedi letture
Print