Riguardo all'attualità politica e agli equilibri interni al centrodestra post voto, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Ylenja Lucaselli, deputata quota Fdi.

Cominciamo dal reddito di cittadinanza, che è stato messo nuovamente in discussione.

"Noi ci siamo posti in chiave contraria fin da subito: per poter mettere insieme domanda e offerta bisogna, infatti, mettere insieme due cose".

Voi avete votato contro durante il Conte I.

"Esatto. Fin da subito era una misura che non funzionava. Ma poi che genere di follia è chiamare precari per aiutare ulteriori precari, generando - per malfunzionamenti vari - ancor più precariato? Inoltre si favorisce anche il lavoro nero".

Per quali ragioni?

"I casi in tutta Italia sono tantissimi. Si parla di lotta all'evasione, ma il reddito di cittadinanza la favorisce implicitamente. Quanti casi di persone abbiamo sentito che percepivano regolarmente il reddito di cittadinanza, al contempo lavorando in nero, dichiarando un reddito falso? E' una misura inefficiente sul nascere".

Spostandoci sul versante politico, voi siete l'unica forza politica oggettivamente in crescita rispetto alle altre, tanto di maggioranza, quanto di opposizione...

"Sì, è frutto di un lavoro imbastito sul lungo termine che sta portando i suoi frutti: siamo stati sempre coerenti con i nostri principi e gli italiani ci hanno premiati".

Vi siete prefissati un traguardo ultimo in ottica leadership centrodestra?

"Il leader della coalizione è colui che dispone della maggior percentuale di consensi come forza politica. Logico è che noi siamo al secondo posto e,come detto prima, siamo l'unica forza in crescita. Per cui non esitiamo a cercare di incidere ancor più concretamente con nostre proposte".

Giudica più congeniale ai vostri principi una guida a trazione Salvini o Zaia?

"Non entro nel merito di dinamiche interne ad altri partiti. Il segretario della Lega è Salvini e noi parliamo con Salvini".

Sezione: Esclusive / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 19:15
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print