Riguardo alle critiche della Lega, massima forza di opposizione italiana, al Governo Conte e alle politiche Ue, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Stefana Zambelli, eurodeputata del Carroccio.

Conte negli ultimi giorni ha incontrato Sanchez e accelerato l’interlocuzione con i partner europei. A suo giudizio a quali risultati si perverrà?

"I risultati del tour di Conte li stiamo vedendo a livello europeo. L'eurogruppo doveva nominare la spagnola Nadia Calvino come presidente, sostenuta, fra gli altri, anche da Italia, Francia e Germania. I Paesi più piccoli hanno però, di fatto, fatto quadrato contro le grandi potenze europee e infatti hanno preferito l'irlandese Paschal Donohoe, ministro delle finanze di un paradiso fiscale che prosciuga le nostre entrate. Conte pensava di fare un asse d'acciaio per un cammino federale europeo e invece gli austeri han preso l'asse e glielo hanno rotto sulle reni. Questo Governo è incapace di difendere gli interessi degli italiani. E la situazione economica dell'Italia è talmente grave che è da irresponsabili attendere una soluzione di livello europeo. Lo stesso Gentiloni, in un’intervista oggi alla Welt tedesca ha affermato che i soldi non arriveranno prima della fine del 2021"

Come commenta i dati drammatici di previsione del Pil italiano?

"I dati economici sono preoccupanti e le previsioni per il futuro non sono delle più rosee, anzi. È evidente che l'azione politica del Governo non è minimamente all'altezza della drammatica situazione che sta vivendo il nostro Paese. Conte ha parlato più volte di "potenza di fuoco" per l'economia italiana ma a parte qualche bonus sparso qua e là, i ritardi nell'erogazione della cassa integrazione e decreti che tardano ad arrivare per i continui litigi all'interno della maggioranza non si è visto nulla di concreto di quanto annunciato durante le sue conferenze stampa. Prima i cittadini potranno votare, prima l'Italia potrà ripartire davvero, chiudendo definitivamente la pessima esperienza del Governo Conte bis".

Quali aspettative nutrite, come Lega, dalle prossime regionali?

"Il centrodestra ha individuato la squadra migliore per vincere le elezioni nelle Regioni che andranno al voto a settembre. Ovviamente l'auspicio è quello di confermare tutti i governatori del centrodestra uscenti, a partire dall’ottimo Luca Zaia, e soprattutto portare il buongoverno nelle regioni oggi male amministrate dalla sinistra. Bisogna dare un segnale forte a un Governo che ogni giorno si sta rivelando sempre più incapace e che i cittadini sono stanchi di dover sopportare. Siamo consapevoli che non sarà facile vincere tutte le sfide, ci sono infatti Regioni, come ad esempio la Toscana, roccaforte della sinistra da decenni, che si presenta complessa ma non impossibile, anche perché, non dimentichiamolo, abbiamo schierato i migliori candidati possibili".

ll Parlamento Europeo ha recentemente istituito alcune commissioni speciali. Lei farà parte, per il gruppo ID, di quella sulla lotta contro il cancro: quali sono gli obiettivi della commissione?

"È una commissione molto importante. Ho combattuto contro il cancro in prima persona e ho vinto la mia battaglia contro la malattia, è anche per questo che sono orgogliosa di poter dare il mio contributo ai lavori di questa commissione: il cancro è un nemico spietato e spesso invisibile che per essere sconfitto ha bisogno di efficaci iniziative di prevenzione da un lato ma anche di sostegno concreto alla ricerca che oggi rappresenta una speranza per tanti malati. L'Europa deve saper cogliere questa sfida ed essere interprete del grido di dolore ma anche di speranza dei malati, attraverso un approccio non solo curativo alla lotta contro il cancro ma anche e soprattutto preventivo, il migliore strumento per vincere il cancro. Secondo i dati Oms le persone che riceveranno una diagnosi di cancro sono in continuo aumento, si stima infatti che nel 2030 supereranno gli 11 milioni, a causa di una maggiore esposizione a fattori di rischio. Sempre secondo l'OMS pare che 30-50% dei tumori possa essere prevenuto con comportamenti più salubri, uno stile di vita sano ed equilibrato, sottoponendosi con regolarità a visite ed esami di screening. Questi saranno i punti principali del mio impegno nella Commissione speciale del Parlamento Europeo".

Sezione: Esclusive / Data: Dom 12 luglio 2020 alle 17:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print