Le dinamiche interne al Movimento 5 Stelle sono, attualmente, centrali nel dibattito politico italiano odierno.

Per comprendere più accuratamente qualche ulteriore dettaglio "dal vivo", la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Giorgio Trizzino, deputato pentastellato.

Onorevole Trizzino, in primis da medico: come si spiega l'ingente numero di contagi e decessi in Lombardia?

"Premettiamo che l'Italia è stata colpita da un'emergenza sanitaria senza precedenti, praticamente incontenibile. In questo quadro la Lombardia è risultata particolarmente sfortunata e tutti i capi di imputazione non possono essere rivolti all'amministrazione. Sappiamo che il sistema sanitario italiano - e questo era un tema pre-Covid - non era molto all'avanguardia dal punto di vista del contenimento delle patologie degenerative. E' arrivata un'onda anomala che ha messo ancora più in luce questo. Premesso ciò due errori in Lombardia sono evidenti: la gestione nelle Rsa e l'ospedalizzazione di massa, che ha contribuito a diffondere il contagio".

Come legge i dati odierni? L'emergenza può definirsi definitivamente scongiurata?

"I dati vanno letti per quello che sono: abbiamo rafforzato le terapie intensive e abbiamo fatto passi in avanti da giganti in termini di sperimentazione di nuovi farmaci. Tuttavia il Covid può ancora essere trasmesso e c'è gente che - ancora oggi - muore per Coronavirus. Il pericolo esiste ancora".

Passando al versante politico come giudica le parole di Di Battista? E' rimasto colpito in termini di tempismo?

"Di Battista ha posto un tema importante, ma non particolarmente innovativo: come Movimento 5 Stelle avevamo e abbiamo tutto l'interesse nel convocare in prospettiva un'assemblea per fare il punto della situazione. Ma non adesso: sono in corso gli Stati Generali dell'Economia e stiamo vivendo una fase delicata. Le priorità devono essere in primis quelle di governo. Penso che anche Di Battista converga nel fatto che l'attuale governo in carica è l'unico immaginabile in questo momento".

A settembre si giocheranno partite regionali e amministrative molto importanti: quali sono le vostre aspettative come M5S? Proverete a riproporre la medesima coalizione nazionale a livello territoriale?

"E' un tema a cui siamo interessati. L'alleanza con il Partito Democratico ha messo in luce determinate affinità che potrebbero essere approfondite: sicuramente l'attuale alleanza di governo è molto più progressista rispetto a quella precedente. Convergere in un'unica area comune? Potrebbe essere una prospettiva".

Sezione: Esclusive / Data: Gio 18 giugno 2020 alle 15:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print