Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Maria Spena, esponente quota Forza Italia.

Draghi ha posto un'agenda ben precisa di priorità, in occasione del discorso alle Camere...

"Un messaggio di fiducia quello del presidente del Consiglio Mario Draghi che affronta le emergenze di oggi ma che guarda anche al futuro delle prossime generazioni. Ha affrontato temi che Forza Italia ha sempre messo al centro della propria azione politica, a partire da una chiara formulazione del piano vaccinale, al rilancio della sanità territoriale più prossima ai cittadini, così come un diverso approccio alla scuola, alle politiche attive del lavoro, all’inclusione dei giovani e delle donne, unitamente alle risorse del Recovery Plan che il nostro Paese dovrà investire in riforme a partire da Giustizia, Pubblica Amministrazione e Semplificazione e Fisco. Su tutte queste tematiche Forza Italia offrirà il proprio contributo in termini di idee e proposte. Sono convinta, inoltre, che il nuovo esecutivo assicurerà la giusta attenzione anche al settore primario. A riguardo ho trovato positive le parole del Premier Draghi circa la necessità di preservare il futuro dell’ambiente conciliandolo con il progresso e con il benessere sociale, puntando su un processo nuovo che coniughi agricoltura, biodiversità, transizione ecologica, cura del territorio, senza dimenticare la digitalizzazione e l’ammodernamento del settore".

Quali sono, a vostro giudizio, le priorità più incombenti?

"L’agricoltura dovrà essere il fattore cardine della transizione ecologica su cui si fonderà il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. E il Recovery Plan può costituire il vero impulso per accrescere la competitività delle nostre imprese e filiere agroalimentari duramente colpite dalla pandemia. Certamente la priorità assoluta oggi è rappresentata dalla campagna vaccinale, che sta andando troppo a rilento e questo non garantisce la salute né la tenuta economica del Paese. Quello che serve adesso è mettere in atto una efficace strategia per l’approvvigionamento delle dosi, compito che spetta al Governo. Per velocizzare la campagna vaccinale ritengo sia giunto il momento di coinvolgere le nostre aziende nel processo produttivo dei vaccini. La nostra priorità deve essere: garantire i vaccini a tutti con tempi certi. Non si può più continuare a paralizzare il Paese con le Regioni che cambiano di colore ogni settimana. Dobbiamo riuscire a far convivere salute e lavoro. Per uscire da questa crisi sanitaria ed economica sono fondamentali chiarezza e condivisione, per troppi mesi famiglie e imprese hanno subito decisioni attraverso dpcm dell’ultima ora, le misure dovranno essere adottate con un congruo anticipo coinvolgendo gli enti territoriali e il Parlamento".

Teme ripercussioni negative sull'azione di governo, a causa della natura eterogenea della maggioranza a sostegno di Draghi?

"La coesione nazionale è l’arma vincente per sconfiggere la pandemia e per trovare soluzioni che guariscano l’Italia, è una bandiera tricolore della nazionale che vede unito questo Governo. Nulla a che vedere con una maggioranza politica. Forza Italia rappresenta da sempre il centro destra, è la casa costruita dal Presidente Berlusconi ed è lì che continueremo a convivere con i nostri alleati e a condividere le scelte per il futuro del Paese".

Sezione: Esclusive / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 17:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print