L'ultima settimana è stato caratterizzata dalla riacquisita centralità di Silvio Berlusconi nel dibattito politico italiano, caldeggiante la necessità di un'immediata riforma della Giustizia.

In merito a ciò (e non solo), la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Franco Mirabelli, senatore del Partito Democratico, capogruppo Dem in Commissione Antimafia.

Senatore, partiamo dalla sua regione; la Lombardia. Paradossalmente quanto è accaduto potrebbe agevolare il Pd da un punto di vista elettorale?

"Parlare di speculazioni elettorali in relazione alla pandemia mi pare del tutto sgradevole. E' accaduta una tragedia senza precedenti, con un numero di morti esorbitante. Non si poteva di certo prevedere, però di certo alcune politiche dell'attuale giunta al governo della regione si sono rivelate lacunose. L'ospedalizzazione di massa e il mancato rafforzamento di una medicina territoriale forte sono stati per esempio due fattori chiave in negativo".

Passando invece al suo conterraneo - Silvio Berlusconi - come giudica politicamente la scelta di Forza Italia di richiederne la nomina a senatore a vita? E le istanze avanzate dal leader Fi in merito alla necessità di riformare la giustizia italiana?

"Non entro nel merito delle valutazioni politiche interne a Forza Italia. Posso però dire che il solito racconto di un Berlusconi vittima del complottismo sfrenato della magistratura è abbastanza fuori tempo. Ce lo hanno raccontato per vent'anni; io preferisco attenermi alle sentenze: Berlusconi è stato condannato. Poi sì: la giustizia va riformata, ma per agevolarne - per esempio - la tempestività, non di certo per venire incontro a Berlusconi".

L'ultima invece sul Pd: come giudica il lavoro di Zingaretti e quali orizzonti politici vi ponete.

"Zingaretti ha svolto un lavoro contrassegnato da alcune scelte ben precise. Ha guidato il partito in una fase storica sicuramente delicata. Noi, come forza di governo, abbiamo dato e stiamo dando spinte importanti in termini riformistici. Sul versante politico invece aspetterei: siamo in una fase di valutazione in merito ai nostri alleati, per verificare se - cammin facendo - vi sono i presupposti per dare qualcosa in più, in termini di concretezza, a questa coalizione".

Sezione: Esclusive / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print