"Il Partito Democratico costituisce un'architrave fondamentale per la tenuta di questo governo".

Esordisce così in esclusiva alla redazione di PoliticaNews.it Alessandro Alfieri, senatore Pd e Capogruppo del medesimo partito alla Commissione Esteri.

Senatore Alfieri: come giudica l'esperienza degli Stati Generali?

"Positiva: è stato un luogo di confronto importante, dal quale partire. Sono tante le proposte elaborabili per rispondere alle sfide del futuro: dalla green economy, fino alla digitalizzazione. Oltre ad investimenti importanti in termini di infrastrutture e trasporti".

Come giudica il "cambio di passo" invocato dal suo conterraneo Giorgio Gori rispetto all'operato del vostro segretario, Zingaretti?

"In un partito come il Pd è normalissima la dialettica interna, nel rispetto di tutte le sensibilità presenti. Quello che conta è poi la sintonia nelle scelte e mi sembra che come Partito Democratico abbiamo compattamente la necessità di sostenere un programma riformistico ben preciso. Inoltre noi rappresentiamo un'architrave fondamentale per questo governo: grazie a noi abbiamo recuperato credibilità in Europa, cosa che con il governo precedente avevamo completamente perduto. Pensi a come avrebbe fronteggiato l'epidemia un governo come quello precedente...".

Governo in cui erano presenti i 5 Stelle, vostri attuali alleati di governo: ritiene futuribile un eventuale orizzonte politico comune?

"Abbiamo fatto una scommessa un anno fa per porre fine ad un governo pericoloso per il paese. Finora bilancio positivo. Per il futuro non è però il tempo di calcoli".

Ritiene che un'eventuale vittoria di Biden negli Usa possa avere ripercussioni sugli appuntamenti elettorali europei, come avvenne - all'inverso - con Trump nel 2016?

"Negli Stati Uniti esiste un tessuto sociale che si ribella quando vengono violati diritti fondamentali, come abbiamo visto negli ultimi mesi. Un'esperienza di governo democratica all'insegna di Joe Biden potrebbe essere ausiliari in termini politici, economici e commerciali per l'Ue e per l'Italia. Anche il rapporto Usa-Cina sarebbe caratterizzato da minori tensioni commerciali".

Sezione: Esclusive / Data: Mar 23 giugno 2020 alle 12:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print