Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Giorgio Pasetto, esponente veneto quota Più Europa.

Partiamo dalle regionali. Qual è la sua chiave di lettura?

"In Veneto, per quanto ci riguarda, non è andata bene in termini di percentuali, ma per quanto riguarda il numero di persone che ci hanno votato, capendo il nostro messaggio, è molto importante. La lista Più Veneto ha sancito la mia nomina a candidato più votato".

Zaia ha stravinto, forse anche a discapito di Salvini.

"Sì. Però più che in Veneto, volendo utilizzare un eufemismo, sempre di essere in Corea del Nord. Non so quanto sia positivo, anche se credo che Zaia avrà opposizione dentro la sua maggioranza, con la Lega che mi sembra parecchio divisa".

L'opposizione opererà, inoltre, con nove consiglieri in Veneto...

"E' praticamente impossibile! Per questo Zaia dovrà guardarsi dalla sua maggioranza: lui ha 33 co siglieri, con i rimanenti (nove) salviniani, che sicuramente non gli faranno sconti; oltre ovviamente a Fdi e Forza Italia".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print