Le politiche (in primis economiche) del Governo Conte e dell'Unione Europea sono caratterizzate da una netta contrapposizione da parte di Fratelli d'Italia, sin dall'inizio dell'epidemia.

Se gli italiani continuano a premiare Conte (che in un'ipotetica lista singolare godrebbe, secondo i sondaggi più recenti, del 14% di partenza), anche il partito di Giorgia Meloni è in netta ascesa, tanto da causare non poche fibrillazioni nei meandri degli ambienti di centrodestra: una buona parte della Lega si starebbe iniziando infatti a guardare concretamente alle spalle.

Riguardo a tali tematiche, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Sergio Berlato, eurodeputato Fdi.

Qual è, a giudizio di Fdi, la ricetta economica da seguire, in alternativa al Recovery Fund, tanto caldeggiato in Europa?

"Il Recovery Fund è stato presentato dalla Commissione europea come un intervento straordinario ed inedito dall’efficacia quasi miracolosa. In realtà quella di cui si parla è solo una proposta della Commissione europea che dovrà essere sottoposta al vaglio dei Capi di Stato e di Governo che si riuniranno entro il mese di giugno per tentare di trovare un’intesa. E’ nota a tutti la posizione dei governi di alcuni paesi come L’Olanda, l’Austria, la Svezia e la Danimarca che hanno già espresso la loro contrarietà ad interventi a fondo perduto, dichiarandosi d’accordo solo per interventi a prestito a favore dei paesi in difficoltà, previo sottoscrizione di accordi precisi sulle modalità in restituzione del prestito e dell’impegno ad effettuare riforme strutturali “lacrime e sangue” da parte del paese che ha bisogno dell’intervento comunitario. Una delle soluzioni possibili è quella rappresentata dall’emissione di Eurobond sottoscritti da tutti i paesi membri dell’Unione europea il cui utilizzo deve essere svincolato dalle famose condizionalità che corrono il rischio di trasformare gli interventi europei in norme capestro che finirebbero per indebitare non solo le presenti ma anche le future generazioni".

Il governo italiano, nonostante le nette parole di Conte in passato, potrebbe finire per valutare concretamente l’adozione del Mes?

"Il Governo Conte ha già deciso di sottoscrivere e finanziare il Meccanismo Europeo di Stabilità con le relative condizionalità. Va ricordato che il MES non prevede interventi a fondo perduto a favore dei paesi in difficoltà ma solo ed esclusivamente interventi a prestito sulla base di precisi impegni sottoscritti dai paesi che chiedono aiuto all’Europa. Va ricordato che le due linee di intervento previste dal MES sono molto precise. La prima prevede che gli interventi del MES siano consentiti solo per i paesi che hanno un rapporto debito pubblico/PIL inferiore al 60%. L’Italia, al 31 dicembre 2019, aveva un rapporto debito pubblico/PIL superiore al 135%, ulteriormente aggravato dopo la crisi sanitaria legata al COVID-19. La seconda linea di intervento è attivabile anche per i paesi che hanno un rapporto debito pubblico/PIL superiore al 60% ma con delle modalità di intervento condizionate a drastiche riforme strutturali ed alla ristrutturazione del debito. Questa linea di intervento prevede in sostanza tali e tanti sacrifici per i risparmiatori da mettere in ginocchio il paese che chiede aiuti al MES".

I sondaggi vi confermano in netta crescita, in un processo di graduale avvicinamento anche alla Lega: quale orizzonte temporale vi siete posti per ambire - di fatto - alla leadership del centrodestra?

"La crescita di Fratelli d’Italia è graduale e costante, lasciando intravedere la possibilità di raggiungere e superare percentuali di consenso che la destra in Italia non è mai riuscita a raggiungere. Questa crescita è dovuta soprattutto all’effetto trainante di Giorgia Meloni, alla sua credibilità ed alla sua coerenza, ma anche al costante impegno di una classe dirigente che, sul territorio, ha messo a disposizione la propria credibilità personale e la capacità di conservare l’umiltà di stare in mezzo alla gente per capirne i bisogni e trasformare la propria azione politica nella ricerca di risposte concrete alle esigenze dei cittadini".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 10 giugno 2020 alle 12:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print