Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Riccardo Olgiati, esponente quota M5S.

Come giudica il dibattito relativo al Green Pass?

"Il Green Pass è uno strumento utile per salvaguardare il paese da una nuova ondata di chiusure a fronte di un aumento di contagi che per oggi è contenuto ma che con un liberi tutti potrebbe essere difficile da gestire. Per questo motivo penso che chi protesta contro questa misura lo faccia pensando egoisticamente solo a se stesso e senza invece pensare alla collettività. Abbiamo sempre detto che da questa pandemia se ne esce solo se siamo tutti uniti e questo è un altro passaggio che lo dimostra. Chi lo vede come una limitazione della libertà non pensa che il mancato utilizzo potrebbe diventare invece una limitazione della libertà di altri che invece non si sentirebbero sicuri o che magari per motivi indipendenti dalla propria volontà non possono vaccinarsi. La riflessione che invece accetto è quanto estendere l'utilizzo della certificazione verde. Personalmente sono assolutamente d'accordo sull'utilizzo per eventi di massa come concerti, stadi, cinema, teatri e tutte quelle attività che implicano una grande presenza di persone. Sono più cauto sull'utilizzo in contesti più ristretti come ad esempio bar e ristoranti. In quel caso a mio parere si potrebbe evitare. La mia valutazione però non è tecnicamente basata su studi approfonditi, è più una visione politica del tema. Se il CTS ritiene che anche in quei contesti l'utilizzo del Green Pass è importante perchè anche un quantità di persone più ridotta che però restano fisse nello stesso posto per tanto tempo possono rappresentare un alto rischio di contagio non posso che fidarmi delle loro indicazioni. Non commento invece le strumentalizzazioni politiche del tema che sono arrivate fino a rappresentare il GP ad uno strumento di identificazione e classificazione delle persone come ai tempi della Shoa perchè mi vergogno per chi lo ha detto e inviterei queste persone a studiare la storia ed a capire in che momento storico ci troviamo oggi. Come spesso successo in questa legislatura le parole più sagge le ha pronunciate il Presidente Mattarella: "E' il virus che limita le libertà, non le regole.".

Sezione: Esclusive / Data: Lun 02 agosto 2021 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
vedi letture
Print