Le dichiarazioni di Alessandro Di Battista e il documento pubblicato quest'oggi dalla testata spagnola Abc (e smentito sul blog dei 5 Stelle), riguardante presunti finanziamenti da parte del Venezuela ai pentastellati nel 2010.

Il Movimento 5 Stelle è al centro del dibattito politico odierno, ma la linea pare ben definita: proseguire con l'azione di governo, al fine di fornire un contributo portante sul processo di riallestimento economico del paese.

In merito a tali tematiche, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Anna Macina, deputata pentastellata.

Onorevole Macina, a suo giudizio è in piedi un disegno per destabilizzare il Movimento 5 Stelle e il Governo Conte?

"Onestamente mi auguro di no. Stiamo lavorando nell'interesse del paese, mettendoci la faccia. Francamente certe notizie, false e smentite già anni fa, non ledono il Movimento, ma l'intero paese. Noi siamo abituati a guardare ai fatti: l'Oms ci ha riconosciuto di essere stato il paese che ha fronteggiato sin da subito meglio l'emergenza sanitaria. Secondo altri parametri anche il processo di ricostruzione economica che abbiamo messo in piedi è stato efficace. Noi continuiamo per questa strada".

Come giudica le parole di Di Battista? Secondo il "chiacchiericcio", qualcuno di voi ritiene che il tempismo non è stato "irreprensibile"...

"A noi interessano i fatti reali: sui social mi e ci arrivano miriadi di segnalazioni di problemi legati alla vita di tutti i giorni. Siamo impegnati per dare risposte ai cittadini, come abbiamo sempre fatto".

Auspica un eventuale orizzonte politico comune con il Pd anche oltre questa legislatura?

"Noi abbiamo detto sin da subito che ci interessano i temi, non ne facciamo una questione di bandiere. Se in futuro dovessimo fare alleanze in futuro l'unico nostro interesse saranno i temi concreti, come è sempre stato. Il nostro modo di fare politica non è distante dalla realtà".

E Conte? Potrebbe risultare un prospetto congeniale alle caratteristiche di leadership da voi ricercate? I sondaggi lo indicano, da solo, al 14%.

"Come Movimento 5 Stelle siamo orgogliosi di aver indicato Conte in tutti e due i governi. Faceva parte anche della rosa dei ministri che avevamo presentato ai nostri elettori alle ultime elezioni per un nostro governo monocolore".

Sezione: Esclusive / Data: Lun 15 giugno 2020 alle 15:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print