In merito agli sviluppi nell'ambito dell'iter di consolidamento di una coalizione di centrosinistra alternativa a Giovanni Toti in Liguria, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Luca Garibaldi, consigliere regionale Pd nel territorio sopra citato.

Consigliere Garibaldi, con quale schieramento intendete affrontare Toti?

"Con una compagine il più larga possibile, che possa finalmente invertire la tendenza rispetto a cinque anni di governo regionale fallimentare. Sono tanti i temi cui è necessario dare risposte concrete: dalle infrastrutture, sino alla sanità. La Liguria è una delle regioni con la popolazione più senile; i giovani lasciano il territorio per cercare fortuna altrove... Dobbiamo invertire la tendenza in maniera incisiva. Anche sul tema della salvaguardia delle aree naturali è stato fatto troppo poco e sarebbe opportuno intervenire prontamente".

Con quali alleati però? Paita, in esclusiva a PoliticaNews.it, ha per esempio lasciato intendere che Italia Viva non è disponibile ad aderire ad una coalizione con forze contrarie alla Gronda. Ha inoltre aggiunto che forse, in questa fase, si stia parlando troppo di nomi e troppo poco di programmi...

"La Gronda non rappresenta il tema centrale della discussione politica: stiamo parlando di un progetto fatto e finito, di cui si continua a dibattere - ormai - da più di vent'anni. E' tutto pronto: i lavori possono partire domani mattina. Inutile fermarsi e continuare a prendere tempo, litigando su come la si vuole strutturata. Con i 5 Stelle abbiamo portato avanti, in questi cinque anni, battaglie comuni e riteniamo ci siano i presupposti per presentarci insieme. Siamo totalmente inclusivi: non credo si stia parlando poco di temi concreti... Riguardo ai nomi ci paiono, invece, superflui eventuali inutili veti".

Come giudica la gestione dell'emergenza Coronavirus da parte della giunta Toti? Il governatore ligure è stato tra i più esposti mediaticamente.

"Appunto: è stato molto abile nel vantare successi totalmente inesistenti nella realtà. Abbiamo chiesto e ottenuto una Commissione d'Inchiesta per fare chiarezza su determinati punti che non tornano: a cosa è servita la nave ospedaliera? Come mai ci sono stati troppi pochi tamponi, per giunta in ritardo? Per qual motivo siamo una delle regioni italiane con il maggior numero di decessi? Vogliamo poi parlare di quanto accaduto nelle Rsa? Tante sono le questioni che meritano risposte".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print