Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Vincenzo Forte, esponente quota Fratelli d'Italia.

Come giudica il dibattito relativo al Green Pass?

"Il Green pass rappresenta l'ennesima misura "economicida" di un Governo che dimostra ancora una volta approssimazione nella gestione di questa pandemia. Ritengo si tratti di uno strumento ideologico e illiberale che penalizza alcune categorie produttive della Nazione e discrimina i cittadini italiani. Il Governo ha scelto di concentrarsi sul green pass invece di intervenire sul potenziamento dei trasporti, sulla scuola e sulle cure domiciliari. Ad oggi, da quello che si evince dai dati a disposizione, pare che anche i vaccinati possano contagiarsi e a loro volta contagiare, quindi il Green pass non offre alcuna sicurezza come strumento atto a contrastare efficacemente la diffusione del virus, creando invece una serie di problemi dal punto di vista logistico ed economico agli esercenti che dovranno fare i conti con l'ennesimo ostacolo in un momento già complicato. Quello che mi preoccupa è l'utilizzo del green pass come una sorta di "ricatto" per spingere quante più persone possibile a vaccinarsi, attivando dei processi di esclusione sociale per chi, pur non persistendo alcun obbligo vaccinale, sceglie di non vaccinarsi. Io, ad esempio, ho scelto di vaccinarmi assumendomi volontariamente rischi ancora ignoti, firmando un documento che solleva da ogni responsabilità per eventuali effetti collaterali anche le case farmaceutiche. Si tratta dunque di una scelta che deve avvenire su base volontaria e senza alcuna pressione. Per questo motivo nessuno può pensare di condannare all'esclusione sociale chi, legittimamente, esprime una scelta diversa".

Sezione: Esclusive / Data: Lun 02 agosto 2021 alle 17:30
Autore: Luca Cavallero
vedi letture
Print