Riguardo all'impatto dell'emergenza Covid sul Piemonte e ai possibili scenari interni al M5S torinese, in seguito alla non ricandidatura della sindaca uscente Chiara Appendino, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Antonio Fornari, esponente pentastellato sabaudo.

I contagi continuano ad aumentare. Il Piemonte è attualmente attrezzato per fronteggiare un'eventuale nuova seconda ondata?

"Dopo la Valle d'Aosta siamo al regione con l'indice di trasmissione del virus più alta. Purtroppo i tamponi promessi da Cirio ad aprile non sono mai stati realizzati. Per cui è difficile isolare i positivi. Questo porta ad un danno al Piemonte, oltre a consentire a tanti positivi asintomatici di vagare per la nostra regione, facendo dilagare il contagio".

In settimana la sindaca Appendino ha annunciato che non si ricandiderà alla guida del capoluogo sabaudo. Questo potrebbe portare ad uno scenario di maggiore apertura verso il Pd?

"Noi dialoghiamo sui programmi e sulla visione di città. Una visione che abbiamo portato avanti con convinzione dal 2016 ad oggi: una città che guarda al futuro, che mette al centro ambiente e salute dei cittadini. Se ci sono altre forze politiche o gruppi che hanno la nostra medesima visione, si può ragionare nel creare una piattaforma politica comune in vista del 2021, altrimenti - se bisogna pensare soltanto a mere finalità elettorali - noi non ci staremo".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 12:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print