Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Rosa Maria Di Giorgi, esponente quota Pd.

Sfilatosi Renzi, il Pd pare aver scelto tra i due "litiganti" Giuseppe Conte...

"Il Pd è garanzia di equilibrio nel nostro paese. E lo abbiamo dimostrato in questo difficile frangente. Saldi e decisi a chiedere un cambio di passo al governo che sarà espresso a partire dalla settimana prossima con il nostro contributo al Recovery plan, ma anche con il nostro rifiuto ad esasperare la situazione di conflitto con il premier da parte di Matteo Renzi e la sua Italia Viva. Abbiamo cercato fino alla fine un accordo con Renzi, perché non si giungesse alle dimissioni delle ministre. Abbiamo lavorato perché il Presidente Conte si facesse carico di ristabilire l'equilibrio nella coalizione impegnandosi in un lavoro di rilancio che anche noi riteniamo assolutamente necessario".

Quale scenario prevede ora?

"Si è voluto lo strappo da parte di Italia Viva.. E allora la via che rimane è quella di far emergere forze responsabili in Parlamento che garantiscano la maggioranza e il prosieguo di questo governo. La mia speranza è che si ampli ulteriormente la maggioranza, con altri parlamentari, anche dopo le giornate cruciali di lunedì e martedì prossimo".

Quali sfide è chiamato a fronteggiare attualmente il governo, al suo interno?

Vedo il PD solido e centrale per il futuro del paese. Una forza affidabile e seria. Vorrei che il nostro sforzo per la rinascita del paese trovasse ascolto. Meritiamo di avere risposte alle nostre critiche costruttive al governo. La sofferenza del paese è una priorità e non dobbiamo e non possiamo sbagliare. Il Governo dovrà fare un salto di qualità, un rafforzamento concreto. Questo vi aspettiamo e per questo lavoreremo. Non vorrei che l'aver superato questo momento di crisi politica spingesse a non muoversi nella direzione del cambiamento e del rafforzamento, con i cambi necessari fra i ministri, che da molto tempo ormai il Pd, richiede.

Sezione: Esclusive / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print