Riguardo all'ultimo Dpcm e al suo impatto economico-sociale, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Luca Cassiani, esponente sabaudo quota Pd.

Come commenta il nuovo Dpcm?

"Le considerazioni da fare sono molte. Rispetto a quello che succedeva durante il lockdown, non si vede tanto una prospettiva. Quando in quell'epoca, rispetto alla pandemia, che sembrava una novità, adesso non si vede alcuna strategia, nè compensazione".

Ha fatto molto discutere la chiusura "ultra" anticipata di bar e ristoranti, per esempio...

"E' un tema, insieme a quello della chiusura di palestre e piscine, molto impattante. Sia per quanto riguarda la vita dei cittadini, sia per quanto riguarda l'attività economica. Se a questo non risponderà immediatamente un piano di sostegno alle imprese e alle famiglie, sul quale speriamo di essere tempestivi, il rischio è che questo lockdown figurato sia un salasso per l'economia e per il paese".

Sotto l'occhio del ciclone sono finiti anche scuola e trasporti...

"Bisognava attrezzarsi meglio, conosci di quello che sarebbe accaduto in autunno. Questo lo dico anche per quanto riguarda la sanità italiana e regionale. Smantellare gli ospedali Covid a maggio e giugno è stato un errore: ora stiamo di nuovo spendendo milioni di euro per ripristinare posti letto e non abbiamo fornito rianimazioni, che sono pochissime in questo paese".

Altro dibattito riguarda il Mes...

"Anche qui: la questione andava affrontata prima. Bisognava prendere questo prestito, a prezzi assolutamente favorevoli, investendolo subito nella preparazione della nostra sanità, per affrontare un'epidemia di questa portata. Non lo si è fatto: di questo credo che il governo debba rispondere. Speriamo che tutto vada bene. Vedo segnali preoccupanti, che fanno riflettere".

Sezione: Esclusive / Data: Mar 27 ottobre 2020 alle 10:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print