Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Maurizio Campari, esponente quota Lega.

Come commenta la ricezione della fiducia da parte del premier Conte?

"Le scene dei giorni scorsi accadute fuori e dentro le aule del Parlamento sono state indecenti e la loro conclusione è stata ancora più deprimente. Il culmine si è toccato con il voto al fotofinish dei senatori Nencini e Ciampolillo seguiti dalle dichiarazioni sconfortanti di quest'ultimo che si è apertamente proposto per un ruolo ministeriale. È evidente che Conte, al momento, non ha più la maggioranza e cerca di prendere tempo sperando di riuscire in quella "campagna acquisti" che, al primo tentativo, è finita malissimo. 156 voti per la maggioranza conteggiando 3 senatori a vita, 2 cambi di casacca last minute e il voto dei 2 ritardatari sono un'offesa per l'Italia che non merita questo spettacolo indegno".

Quale scenario prevede, ora come ora?

"L’Italia, alle prese con la crisi pandemica ed economica, ha bisogno di altro e non certo di una maggioranza che pensa solo a spartirsi poltrone, nomine e prebende. Conte cercherà di sopravvivere politicamente qualche giorno ma alla fine dovrà cedere. L'arroganza, l'egoismo e la fame di potere dell'attuale Primo Ministro rischiano di portare il Parlamento alla paralisi con le commissioni che non saranno più in grado di lavorare. La Lega ha invece già dimostrato, quand'era al Governo, di essere un partito responsabile con al centro della sua azione gli interessi di tutti gli italiani approvando provvedimenti come i decreti Sicurezza, Quota 100 e la flat tax. È giunto il momento di dar seguito alla volontà dei cittadini italiani e permettere la nascita di un governo che abbia al centro la LEGA di Matteo Salvini".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 14:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print