Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Luca Briziarelli, senatore quota Lega.

Come commenta la ricezione della fiducia da parte del premier Conte?

"Quello a cui abbiamo assistito e stiamo assistendo in Senato è uno spettacolo indecente e al momento anche inutile. Nonostante una campagna acquisti senza precedenti e senza ritegno, Conte ha ottenuto solo una fiducia “formale”, senza alcuna reale possibilità di Governare. Il pallottoliere si è fermato a 156 compresi 3 senatori a vita, due transfughi di Forza Italia, un socialista ed un ex grillino, famoso più per le sue dichiarazioni che per l’attività istituzionale condotta fin ad ora, come dimenticare la pretesa tragicomica di sconfiggere la Xylella lavando gli Olivi con il sapone? Come diceva Elio Flaiano la situazione è grave, ma non seria e lo diventerà ancora di più già dalla prossima settimana, quando il Ministro Bonafede dovrà sottoporre al voto delle Camere la sua relazione sullo stato della Giustizia in Italia, almeno a giudicare dalle dichiarazioni delle ultime ore rilasciate da numerosi esponenti di maggioranza Conte non ha di che stare “sereno”. 

Quale scenario prevede, ora come ora? T

"Tutti, persino il diretto interessato, sanno che il Governo Conte Bis non ha la minima possibilità per affrontare la crisi sanitaria ed economica che cittadini, famiglie e imprese stanno vivendo. Non si può sacrificare il futuro del nostro Paese alla volontà del Premier di resistere asserragliato a Palazzo Chigi. Per di più di un Premier campione di trasformismo e capace di cambiare tre maggioranze di diverso colore politico nel giro di due anni. Quello che manca, a prescindere dai numeri, è un progetto chiaro e concreto per gestire l’emergenza da un lato e programmare la ripartenza del Paese dall’altro. Ormai se ne stanno accorgendo anche in Europa dove la bozza di PNRR è stata di fatto stroncata. Arrivati a questo punto, se non è possibile intravedere una soluzione degna di questo nome e che sappia mettere l’Italia in sicurezza, allora tanto vale (ri)dare non appena possibile la parola ai cittadini, cosa che c’è di più democratico?".

Sezione: Esclusive / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 20:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print