Le regionali in Veneto hanno rappresentato un autentico plebiscito fronte Lega, all'insegna della lauta riconferma del governatore uscente, Luca Zaia.

In merito a ciò, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Egidio Bertaggia, esponente quota Più Europa.

Come commenta l'esito delle regionali in Veneto? Le percentuali finali sono a dir poco bulgare...

"Si è comunque confermata l'attuale maggioranza di governo: le opposizioni volevano dare una spallata definitiva alla tenuta dell'esecutivo in carica, ma sta resistendo nonostante tutto e tutti, pur con tutte le contestazioni interne del caso".

Giudica quindi la compattezza della maggioranza un fattore positivo.

"La maggioranza tiene perchè non ci sono alternative a questo governo per affrontare sfide serie, come la pandemia che stiamo vivendo, che - in qualsiasi momento - potrebbe dare un'ulteriore botta all'economia del nostro paese".

Quali aspettative nutre in ottica Recovery Fund?

"E' sicuramente un merito del governo, ma soprattutto di Conte, che ha molto consenso nel paese, anche da parte di cittadini che solitamente votano altre forze politiche. Dal mio punto di vista il governo può reggere. Può implodere solo se una delle componenti del governo verrà meno. Se la situazione rimarrà stabile, il governo dalle elezioni regionali verrà fuori che ne risulterà rafforzato".

Come giudica invece l'atteggiamento dell'opposizione?

"Continua ad avere dei leader assolutamente poco credibili. Tutto quello che sta accadendo in casa Lega, sulle presunte sparizioni di denaro verso l'estero, non dà una grande immagine di Salvini, obiettivamente - qui in Veneto - oscurato da Zaia, che ha messo in discussione la leadership della Lega lombarda su quella veneta".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 16:00
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print