Riguardo alla recente votazione al Senato, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Andrea Causin, senatore quota Forza Italia, che - contrariamente alle indicazioni del suo partito - ha deciso di votare la fiducia al Governo Conte.

Quali motivazioni si celano dietro la sua scelta?

"Lo scenario è molto più semplice di quello che ho sentito descrivere nelle ultime ore. Io e Rossi abbiamo scelto legittimamente di aprire un percorso e vedremo ora che cosa succederà. La fiducia al governo c'è: ora vedremo se, nei prossimi giorni, si apriranno ulteriori spazi. Io ho scelto di accogliere l'appello alla responsabilità del nostro Presidente della Repubblica".

Ieri, a Cartabianca, subito dopo il voto Salvini vi ha accusati esplicitamente di essere meramente alla ricerca di poltrone...

"Non intendo replicare a chi non conosco. Sono illazioni prive di fondamento. I motivi del mio voto sono quelli che ho spiegato".

Tuttavia, ai fini progettuali, Conte non dispone della maggioranza assoluta...

"Vedremo, c'è tempo per verificare se altri nostri colleghi - tra gli astenuti - cambiano idea e decidono di unirsi a noi. Dopodichè, ci tengo precisarlo, ad essere garante dell'interesse collettivo è ovviamente il Presidente della Repubblica, come è giusto che sia".

Le interesserebbe contribuire concretamente all'azione di governo?

"Io non ho chiesto posti in cambio a nessuno. Vedremo cosa succederà: è giusto che ciascuno dia il suo contributo sulla base delle proprie esperienze e capacità. Se mi verrà offerto, eventualmente, un determinato incarico - in caso avessi i requisiti - potrei prenderlo in considerazione".

Ha sentito nelle ultime ore il presidente Berlusconi?

"Ci siamo sentiti qualche giorno fa. E' stato corretto così, come da prassi...".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 16:42
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print