Non si ferma la caduta della lira turca. La valuta di Ankara ha toccato stamani nuovi minimi storici contro euro e dollaro, dopo aver già chiuso ai livelli più bassi di sempre al termine delle contrattazioni di ieri. Al momento, un biglietto verde viene scambiato contro 7,31 lire, mentre per comprare un euro ce ne vogliono 8,67. Il pesante calo della divisa turca sta suscitando forti allarmi nel Paese, con grande attenzione da parte dei media locali. Tra i principali elementi di preoccupazione tra gli investitori c'è la diminuzione delle riserve in valuta estera di Ankara, specie quelle in dollari, consumate in questi mesi proprio per contrastare il crollo valutario. Ieri sera si è tenuta una riunione urgente a Istanbul tra il governatore della Banca centrale, Murat Uysal, e i vertici degli istituti di credito per studiare strategie di stabilizzazione della lira. Un primo intervento è stato deciso stamani con il dimezzamento degli attuali limiti di liquidità ammessi per gli operatori principali nelle operazioni di mercato aperto. La Banca centrale sarebbe pronta a drastici interventi in caso di ulteriori cali nei prossimi giorni. Due anni fa, la Turchia visse una gravissima crisi valutaria sempre alla vigilia di Ferragosto, in quel caso anche nell'ambito di tensioni con gli Stati Uniti.

Sezione: Economia / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 10:20 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print