"Nel primo semestre del 2022, nonostante l’evolversi della situazione internazionale, si evince un sostanziale miglioramento del Quadro tendenziale di finanza pubblica. Sulla base delle informazioni al momento disponibili, la previsione dell’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche per il 2022 risulterebbe essere inferiore di 0,8 punti percentuali di Pil rispetto alla stima dell’indebitamento netto programmatico formulata in occasione del Documento di Economia e Finanza (-5,6%). In valore assoluto l’indebitamento risulterebbe inferiore di circa 14,3 miliardi di euro, interamente dovuto alle maggiori entrate". Lo si legge nella relazione al Parlamento sull'assestamento di bilancio portata in Cdm. Relazione a firma del premier Mario Draghi e del ministro dell'Economia, Daniele Franco.

Sezione: Economia / Data: Mar 26 luglio 2022 alle 13:30
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print