All'indomani dei risultati delle elezioni europee con le destre che avanzano in tutto il vecchio continente i principali listini di borsa riducono il calo. In  particolare, Parigi (1.51) segna una perdita nonostante una riduzione del calo iniziale dopo l'annuncio del voto anticipato del presidente Emmanuel Macron. Anche Madrid (-0,64%), Francoforte (-0,54%) e Milano (-0,5%) registrano ribassi, mentre Londra (-0,25%) mostra maggiore stabilità, partecipando per la prima volta alle elezioni dall'uscita dall'UE.

I futures USA risultano negativi sia a causa delle elezioni europee sia per l'attesa della decisione della Federal Reserve sui tassi di interesse, previsti invariati ma con possibili cambiamenti di prospettiva.

Sotto pressione anche i titoli di stato con lo spread tra BTP italiani e Bund tedeschi decennali a 139,4 punti. Il rendimento dei BTP aumenta di 10,3 punti, arrivando al 4,06%, mentre quello dei Bund cresce di 4,8 punti, attestandosi al 2,66%. Anche il rendimento dei titoli francesi sale di 10,4 punti, toccando il 3,2%, il livello più alto da novembre scorso.

L'euro scende a 1,07 dollari, minimo da un mese, mentre la sterlina cala a 1,27 dollari ma si rafforza rispetto all'euro, arrivando a 1,18 euro.

I titoli bancari francesi soffrono particolarmente: SocGen perde il 7,4%, BNP Paribas il 4,6% e Crédit Agricole il 3,76%. In Italia, Banco BPM cala dell'1,23%, Intesa dello 0,84%, MPS e BPER dello 0,79%, BPS dello 0,56% e UniCredit dello 0,31%.

A Francoforte, Commerzbank perde l'1,93%, mentre a Madrid BBVA cala dell'1,15% e Sabadell dell'1,07%. Anche il settore del lusso è in difficoltà, con Cucinelli che perde il 2,23% e Moncler l'1,53% a Piazza Affari, e Hermes (-2,18%), LVMH (-1,81%) e Christian Dior (-1,59%) a Parigi.

Sezione: Economia / Data: Lun 10 giugno 2024 alle 16:10
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print